Colpire una donna transessuale, le 10 domande proibite

Ogni volta che incontriamo un transgender per la prima volta, è normale porsi mille domande che potrebbero soddisfare la nostra curiosità. Tuttavia, se avete appena incontrato un transgender, è meglio evitare soggetti troppo personali e che possono sembrare troppo offensivi per l’altra persona. Basta ricordare che, come ogni altra comunità, i transessuali sono tutti diversi e hanno i loro limiti. Solo perché un transessuale ha preso la tua cattiva domanda senza imbarazzo non significa che un altro transessuale non reagirebbe diversamente. Vi aiutiamo ad evitare il peggio, inventare 10 domande che non dovreste mai fare ad una donna trans.

Quando sarà fatto l’intervento?

Questa è la domanda che farà crollare la vostra relazione! Allo stesso modo, evitare qualsiasi soggetto con una connotazione sessuale in quanto questa è una forma di maleducazione. A meno che non si sta per varcare la soglia della privacy, o si è un medico curante per un paziente trans, quindi evitare di parlare di sesso a tutti i costi. Se ti sei avvicinato ad una transessuale abbastanza vicina, normalmente potrebbe discuterne con te, ma lascia che si esprima senza fretta.

Qual e’ il tuo vero nome?

Questa è anche una domanda offensiva, perché suggerisce che il nome con cui ti presenti non è il tuo “vero” nome. Infatti, nessun transgender rivelerà mai il suo vecchio nome. Se potesse tornare indietro e cancellare quel nome dal ricordo di tutti i suoi conoscenti, lo farebbe senza esitazione!

Sei un uomo o una donna?

Il problema di questa domanda è che se non si è sicuri dell’identità di qualcuno, si limita il genere a una delle due categorie comuni. D’altra parte, la maggior parte delle persone che fanno questa domanda non ha bisogno di conoscere la risposta. La maggior parte delle volte, questa domanda fa parte di un bisogno egocentrico: classificare l’interlocutore.

Allora, come si fa l’amore?

Questa domanda è inappropriata per lo stesso motivo della prima. Se non vuoi fare questa domanda a un uomo etero, non farla a una persona transgender. E’ così semplice.

Da quando sei un transgender?

Non diventi un trans, per lo stesso motivo per cui non diventi una donna o un uomo. Siamo un uomo, una donna o un non binario, indipendentemente dal sesso con cui siamo nati.

Vuoi cambiare la tua voce?

A rischio di offendere l’altra persona, non cercare di fare questa domanda. Infatti, come puoi essere sicuro che la persona con cui stai parlando non stia già cambiando la sua voce?

Non sei solo gay?

Parliamo qui dell’orientamento sessuale. Questo fattore riflette il sesso da cui una persona è attratta: da una persona dello stesso sesso, dal sesso opposto o da entrambi. Non si può considerare una persona transgender in una di queste tre categorie: alcuni possono essere etero, gay, lesbica, bisessuale o pansessuale.

Non dovresti essere un travestito?

Un altro passo falso! In molti casi, il termine “travestito” si riferisce a chi segue le regole dell’abbigliamento del sesso opposto, semplicemente per piacere. Statisticamente parlando, i travestiti sono uomini etero.

Hai intenzione di cambiare idea?

La transessualità comporta una fase di transizione spesso difficile. Le transessuali hanno bisogno di alleati. Rimanete uniti e non chiedete loro della loro transizione, e non cercate nemmeno di dissuaderli.

Sei attratto dagli uomini?

No, come sempre, il genere non è una funzione dell’orientamento sessuale. Infatti, essere onesti non è un obbligo o un dovere. Inoltre, fare la transizione non significa che le preferenze sessuali devono cambiare.

Nous serions ravis de connaître votre avis

      Laisser un commentaire